Autore Topic: M5S UNO SGUARDO AL FUTURO  (Letto 286 volte)

Angelo Mazzoleni

  • Visitatore
M5S UNO SGUARDO AL FUTURO
« il: Settembre 07, 2014, 04:43:45 pm »
Le  ricettine annunciate ormai quotidianamente, dai dilettanti allo sbaraglio del governo Renzi, tramite una stampa completamente asservita, anche se venissero realizzate, non sarebbero  certo in grado di portarci fuori dalla crisi attuale di sistema.lo abbiamo già visto col le 80 mila caramelle elettorali che sobn servite solo a sprecare risorse da indirizzare altrove e col mirabolante annuncio dei mille giorni ed il relativo sito "passo dopo passo" ( forse sarebbe stato meglio chiamarlo il passo del gambero) praticamente colmo solo di spot. Con la vergognosa illusione data ai docenti quota 96 ,poi gabbati per la seconda volta e dalle altre ridicole e ormai ripetitive  sceneggiate sui media del  leader PD. I dati macroeconomici ,quelli si,parlano chiaro e costituiscono la realtà vera della nostra situazione economica e sociale.

Tra qualche mese gli Italiani che  hanno votato e continuano a votare per pidini pinocchi  lo capiranno  e forse, se non ci saranno altri errori di Grillo,  sarà il m5s a dover governare .

Mentre le linee programmatiche per L’Europa del m5s  centrano alcune questioni chiave,punti giusti , il programma, elaborato a suo tempo dal m5s per l’ Italia presenta a mio parere lacune  e va completato insieme, oltre agli strumenti per una reale di  democrazia liquida( progetto Parelon ecc).Le due questioni sono legate ed interdipendenti.

Questi, dal mio punto di vista, i nodi di fondo principali   da sciogliere: 

-riduzione diretta del debito (che nessuno ha incredibilmente affrontato pur essendo il pretesto per strozzinaggio ed attacchi spread ),

-la questione lavoro da affrontare oltre con il provvedimento tampone del reddito di cittadinanza,  ma anche attraverso il potenziamento del part-time e di una riorganizzazione del lavoro sulla base del  del principio "LAVORARE MENO MA LAVORARE TUTTI" e  attraverso l’abolizione o rimodulazione della aberrante legge pensioni Fornero che uccide le speranze dei vecchi e loro diritti e toglie spazio ai giovani.

- un piano  SERIO per il rilancio e valorizzazione  del turismo, DEL patrimonio artistico,  settore agro-alimentare ecc., una ristrutturazione del sistema ( lavorare meno lavorare tutti, estensione part time ecc)

-una radicale redistribuzione della ricchezza dall’alto verso il basso in grado di rilanciare davvero i consumi (ben altro che i finti 80 euro),
Le coperture, oltre a quelle già individuate :

- Una patrimoniale secca e senza annunci  sui beni e capitali dei super-ricchi ,quel 10% della popolazione che detengono capitali pari a  3 volte il nostro debito pubblico. Eventuali dismissioni di beni superflui e recupero evasione.

Ovviamente servirebbe anche un piano di politica industriale e di lotta seria alla corruzione ed al recupero degli enormi capitali  nei paradisi fiscali esteri.

 
Incredibilmente mi pare che la patrimoniale ed un piano di redistribuzione della ricchezza manchi nel programma del m5s insieme ad un progetto più organico  a breve lungo e medio termine.
 
Se vogliamo ricostruire il paese queste lacune vanno colmate rapidamente, ma per farlo serve anche risolvere la questione sopra accennata della creazione di strumenti per la democrazia che siano da supporto al programma del m5s e ad una migliore organizzazione di tutto il m5s in rete e sul territorio.


« Ultima modifica: Settembre 07, 2014, 08:02:05 pm da Angelo Mazzoleni »

Offline v4vendetta73

  • Figli di uno Staff Minore
  • Full Member
  • *****
  • Post: 106
  • Karma: +7/-0
  • Absit invidia verbo!
    • Mostra profilo
Re:M5S UNO SGUARDO AL FUTURO
« Risposta #1 il: Settembre 10, 2014, 04:27:43 pm »
Ottimo, concordo con quanto ben esposto. ;)
Absit invidia verbo!