Autore Topic: Quale futuro tra dieci anni?  (Letto 330 volte)

Offline Gaetano Giacometti

  • Newbie
  • *
  • Post: 34
  • Karma: +6/-0
  • Think Positive!
    • Mostra profilo
Quale futuro tra dieci anni?
« il: Febbraio 08, 2016, 04:24:47 pm »
Potrebbe sembrare una domanda oziosa, ma io credo che sia importante che ogni persona provi a pensare agli sviluppi che ci potranno essere nel nostro prossimo futuro.

Nel forum ufficiale del M5S il mio avatar è un capitano che scruta attraverso un binocolo, non è casuale, una delle caratteristiche che come imprenditore ho imparato ad apprezzare è la mia capacità di vedere in avanti, perchè solo cercando di ipotizzare il futuro in base alla situazione presente sono stato in grado fino ad ora di trovarmi avvantaggiato.
Oggi per questo paese vedo veramente nero, ma sarei curioso di leggere l'opinione degli altri.

Per aiutare lo sviluppo della discussione pongo alcune domande:
- Esisterà ancora il M5S o si trasformerà in qualcosa di diverso?
- Saremo ancora all'interno dell'Euro?
- I diritti dei cittadini saranno ancora tutelati o tutte le battaglie storiche affrontate nel dopoguerra dai nostri padri saranno superate da una filosofia di regole di mercato?
- Quali saranno le forze predominanti?

Non importa la vostra competenza, se ne avete voglia partecipate, anche nel piccolo che cosa pensate sarete tra dieci anni.
Prima di postare la mia idea, preferirei ascoltare la vostra.


Spaventati solo del fanatismo e dell'ignoranza in qualsiasi forma.

Offline Riccardo Guerrera

  • MyMind
  • Amministratore
  • Full Member
  • *****
  • Post: 188
  • Karma: +6/-0
  • Uno vale Uno !
    • Mostra profilo
    • UnoValeUno
Re:Quale futuro tra dieci anni?
« Risposta #1 il: Febbraio 14, 2016, 10:18:12 pm »
Ciao, secondo me dipende tutto dal fatto se alle prossime elezioni gli Italiani avranno uno scatto d'orgoglio e si renderanno conto che è giunto il momento di salvare il salvabile votando per il Movimento 5 Stelle. In questo caso prospetto una vera rivoluzione civile all'interno delle istituzioni, molti partiti non sopporteranno il colpo e verranno o spazzati via o ridimensionati fortemente. Tale rivoluzione sarà tale però se si coinvolgerà, come promesso nelle intenzioni, in pieno la società civile; lasciarla ad assistere sarebbe un grosso errore, ritengo che si debba fare un lavoro enorme per cambiare le teste e le coscienze degli Italiani, anzi, di più, che gli Italiani siano del tutto da ricostruire !
Aforisma di George Orwell
“Nel tempo dell'inganno universale dire la verità è un atto rivoluzionario.

Offline Gaetano Giacometti

  • Newbie
  • *
  • Post: 34
  • Karma: +6/-0
  • Think Positive!
    • Mostra profilo
Re:Quale futuro tra dieci anni?
« Risposta #2 il: Febbraio 15, 2016, 12:05:32 am »
Innanzitutto grazie per la risposta e speriamo che questo topic non rimanga una conversazione a due, inoltre io sono partito dai prossimi dieci anni per lasciare una certa libertà di ipotesi e "fantasia" in modo che chi posta possa eventualmente inserire visioni e speranze anche non strettamente legate alla realtà odierna che però rimane il punto di partenza per sapere dove saremo domani.
Certo è un pò una sfida, ma lo scambio di opinioni può aprire prospettive diverse e obiettivi a più breve termine.

Sinceramente dubito che gli Italiani riescano ad avere uno scatto d'orgoglio come dici tu, assistiamo oggi ad un attacco senza precedenti al M5S e probabilmente ci ritroveremo con meno voti da parte della base storica e più voti di chi non ci conosce bene ma approva il nostro modo di fare opposizione, quindi probabilmente la situazione rimarrà statica ancora a lungo.

Per cambiare le teste ci vuole tempo, e le elezioni politiche (2018) sono dietro l'angolo, facilmente ci potremmo trovare con altri governi che continuino le "fasi" Monti, Letta e Renzi con la "spesa" di nuovi nomi di facciata e il "lavorio" sotterraneo alla Verdini, sempre e comunque asservito ai poteri forti Europei.

Questo farà si che ci sia una spaccatura ancora più grande tra la politica e il cittadino con sempre maggiori spinte estremiste non più contenibili o veicolabili come ora. Inoltre se verranno recepiti alcuni accordi internazionali, probabilmente potrebbe esserci qualche "contentino" di forma ma non di sostanza al popolo in modo da creare ancora più divisioni e far sì che il porsi l'uno contro l'altro consenta una confusione tale da potenziare o giustificare minori diritti e libertà.

Questa comunque è un'opinione a breve in  risposta al tuo post.
Spaventati solo del fanatismo e dell'ignoranza in qualsiasi forma.

Offline claudio

  • Figli di uno Staff Minore
  • Full Member
  • *****
  • Post: 206
  • Karma: +5/-4
    • Mostra profilo
Re:Quale futuro tra dieci anni?
« Risposta #3 il: Febbraio 15, 2016, 11:38:33 am »
forse sarebbe da chiederlo a nostradamus  , cmq penso che il M5S già stà fallendo miseramente !!! riesce a sopravivere  anche GRAZIE  alal inconsistenza degli altri partiti  ; CERTAMENTE se fallisce l'euro siamo  più poveri !!! :-\

Offline Gaetano Giacometti

  • Newbie
  • *
  • Post: 34
  • Karma: +6/-0
  • Think Positive!
    • Mostra profilo
Re:Quale futuro tra dieci anni?
« Risposta #4 il: Febbraio 16, 2016, 04:35:53 pm »
Il M5S non sta affatto fallendo, checchè se ne possa avere la falsa sensazione dalle considerazioni di qualche frequentatore del forum ufficiale, viceversa passate le tempeste Quarto e unioni civili che stanno dividendo quella base che ha costruito il Movimento.
Basta uscire per la strada e confrontasi con le persone comuni, che sempre di più fanno l'occhiolino al M5S quando prima se ne disinteressavano o peggio denigravano influenzati dai media.

Certo i problemi di natura interna ci sono, le critiche sono giuste e vanno considerate, ma ritergo più appropriato un'atteggiamento costruttivo, la ricerca di un'alternativa o di un confronto rispetto all'andare verso l'astensione.

Tornando al nostro futuro tra dieci anni, ritengo che valga la pena di porre un limite alla fantasia, indicare i veggenti è un modo per non pensare e delegare ad altri un'analisi che si è incapaci di fare.

Prima di postare, pensateci, prendetevi il tempo che vi serve per rispondere alla domanda iniziale, senza semplificarla e andare fuori tema, e cioè:
Quale sarà il futuro del paese tra dieci anni?
Spaventati solo del fanatismo e dell'ignoranza in qualsiasi forma.