Italia 2014 vs Italia 1880

circomassimom5s

Le tre giornate di Roma sono state bellissime! La presentazione delle nuove leve del M5S, le conferme dei “legionari” della vecchia leva, l’entusiasmo della gente … e poi c’era lui, Beppe Grillo: il catalizzatore. La persona che ha fatto quello che molti altri politici non sono mai riusciti a fare in Italia, se non per breve tempo: un nuovo modo di pensare ed agire per rifondare la Repubblica Italiana oramai dilaniata e da orde di lupi famelici ed un ottocentesco sistema di potere che si regge disincantato individualismo dell’italiano medio, non disgiunto dal controllo totale dei media (tv, radio, giornali, quotidiani, periodici, e persino testate on line!). Chiunque sano di mente avrebbe gettato la spugna ed abbandonato la nazione … tanto qualche soldo da parte lo aveva già … ma lui non è come gli altri. Assieme a Casaleggio ed altri, ha creato il Movimento. Tutte le altre considerazioni le lascio a voi lettori.
Per me è fantastico, ha creato con degne persone come noi, dal nulla, un moVimento unico al mondo; una volta che se ne fa parte, difficilmente se ne esce … valori, impegno, ideali e … soprattutto la possibilità di uscire da questa crisi sì economica, ma soprattutto morale e di civiltà.

Ma qual è la domanda che tutti stranieri (e non?), si pongono?
“Ma come fate voi Italiani a sopportare tutto quello che il Stato-Sistema vi combina?”

Le risposte sono molteplici ed affondano nelle nostre radici storiche e socio-politiche-religiose.
Ma tant’ è …
Se non sono emigrato e per “colpa/merito” vostro! Di queste persone magnifiche che siete.
Siete l’anima del moVimento 5 stelle.

Ma ciò che mi spinge a scrivervi è per segnalarti alcune frasi di un un libro che ho letto,
Tu ti chiederai caro lettore, ma perchè è così importante?
Perchè, se come immagino accadrà, ne rimarrai stupefatto, se non nauseato e ti darà un’altro spunto per combattere contro il sistema …

Starai pensando visto il titolo del mio articolo: 1880?!?! – Esagerato!-. Invece no! E’ attualissimo! Vedrai!

Cito dal libro: … “Tutt’altra Italia io sognava nella mia vita, non questa miserabile ed umiliata all’estero ed in preda alla parte peggiore della nazione. Guardandosi intorno altro non vedeva che apatia, discordia ed immoralità in ogni aspetto della vita. I giornali erano corrotti, così le elezioni, il parlamento stesso, la magistratura, l’amministrazione, le forze armate. Il Re (si potrebbe sostituire con: presidente della Repubblica) si serviva dell’esercito (forze dell’ordine)  non come d’una protezione dello Stato, ma per proteggere se stesso da una nazione indignata; il Parlamento serviva a tenere l’Italia MARCIA e con ciò facilmente governabile. In un discorso elettorale Garibaldi disse che il Re aveva deliberatamente ristretto i diritti del popolo e ridotto i suoi sudditi ad un livello più basso di prima – tanto che ormai solo un dittatore dal polso d’acciaio avrebbe potuto rimettere le cose a posto.”
Questa era la situazione dell’Italia nel 1880!!!!! A me pare che sia una fotografia perfetta dell’attuale baratro in cui è caduta la nazione. Che ne pensate? Il libro dal quale ho preso la citazione é: “Garibaldi” di Denis Mack Smith edito dalla Oscar storia – Mondadori.

P.S: Avete notato che tutti i padri della patria iniziano per G? Garibaldi, e Grillo of course! Grazie per tutto quello che fate, e ciao da “V”