Riflessioni notturne

keep calm and be italian italiani in danimarca essere italiani all'estero

Gli Italiani.. che strani che siamo.

Accettiamo qualsiasi tipo di vessazione, inefficenza, ingiustizia.. magari protestando per un pò ma finendo alla fine per il rifugiarci nell’apatia e nella rassegnazione, preferendo tirare a campare e pensare agli affari nostri e al nostro interesse quando ne abbiamo l’occasione, piuttosto che al bene della collettività. Dubito che cambieremo mai, siamo un cane al massimo che abbaia ma non morde.. dateci poi una partita di pallone, qualche bel culo su cui sbavare, il cinepanettone a Natale, e staremo buoni. Certo, le eccezioni ci sono, ma il fatto di esserci fatti comandare e vessare da questa politica corrotta e mafiosa per decenni, e che non si sia colta in massa un occasione fantastica di cambiamento e rivalsa come il M5S (certo, si è preso il 20%, ma avremmo dovuto spazzare via i partiti con un 100%) è a dir poco scoraggiante. Di conseguenza, è logico pensare che il vero nemico di questa nazione sia il suo popolo.

Io invece vorrei andare fiero del mio essere Italiano, e mi dispiace non riuscirci. Perchè questo sfogo ? Per un “nulla”.. Oggi ero in zona centro, c’era un gruppo di turisti che ascoltava la loro guida mentre questa probabilmente raccontava la storia della mia città.. e nel frattempo vedevi una zingara che dava loro fastidio chiedendo insistentemente l’elemosina con i bambini al seguito per impietosire, due cani randagi messi lì a prendere il sole, spazzatura per terra e indiani ovunque con le loro bancarelle e la merce da due soldi.Mi sono vergognato.Si ok, direte voi, abbiamo un grande passato, una grande storia, una grande cultura, grandi monumenti.. tutte cose che ci ricordano quanto siamo stati unici nel mondo, fondamentali. Ma sono appunto onori e storia e cultura che abbiamo ereditato dai nostri predecessori. Noi, per cosa saremo ricordati ? Per Berlusconi, la sua scarsa morale e i suoi milioni di elettori ? per le trattative Stato – Mafia ? perchè la nostra squdra di calcio (il cui totale degli stipendi dei giocatori dovrebbe farci gridare vendetta) vince un campionato ? Per una Salerno – Reggio Calabria che è da 50 anni che dev’essere terminata quando altrove tirano su un grattacielo in un battito d’ali ? per le montagne di immondizia a Napoli fotografate dai turisti ?Ma come si fa ad avere così poca stima di noi stessi da sopportare tutto questo ?

Il “poteva andarmi peggio” di Gaber non mi basta più, vorrei una rivoluzione per Dio, che si arrivasse ad un punto di rottura, che si dicesse “Ora basta ! Ci siamo rotti i co******!”, che si prendesse coscienza del nostro potere, il potere di unirci dando il meglio di noi stessi per ritornare ad essere invidiati nel Mondo, e non più derisi.

Ma tanto lo so che non cambierà mai niente.

Attivista ed elettore del M5S
Riflessioni notturne 5.00/5 (100.00%) 1 vote

  • Daniele

    Accettiamo qualsiasi tipo di vessazione, inefficenza, ingiustizia perchè è la debolezza dei poveri. Il divario tra ricchi e poveri, tra poteri forti e servilismo diventa sempre più ampio. La storia insegna: è preferibile tenere sotto controllo un popolo allo stremo delle forze che non attivo, consapevole e che possa in ogni modo difendersi dai sopprusi anche con una rivolta popolare.